siamo in finale di Coppa Italia!

News – Articolo

la gara

La Pro Recco è in finale di Coppa Italia: finisce 18-12 il derby contro il Savona alle Piscine di Albaro.

Domani, alle 15:45 con diretta su Rai Sport, i biancocelesti affronteranno il Brescia.

Nel derby ligure spiccano le triplette di Cannella, Fondelli e Condemi, il 50 per cento del fatturato offensivo della Pro Recco.

Savonesi in vantaggio con Djurdjic da posizione 4 in avvio di gara, dalla stessa mattonella risponde Di Fulvio. Il rigore dell’ex Figlioli annulla il vantaggio dell’altro ex di giornata, Iocchi Gratta, poi a metà tempo i biancocelesti prendono il largo: Kakaris scherza Vavic al centro, Cannella va a segno due volte, in ripartenza e su rigore conquistato da Di Fulvio (5-2). Guidi da posizione centrale supera Del Lungo con Rossi nel pozzetto a un minuto dalla sirena, ma la Pro Recco fa male alla difesa di Angelini con i suoi centri: Hallock si procura un rigore che Younger non sbagliaper il 6-3 che matura sul finire dei primi otto minuti.

Si riparte e bastano 16 secondi a Bruni per gonfiare la rete con una superiorità giocata velocemente. Kakaris libero al centro dopo un’espulsione in casa Savona ristabilisce il +3. Uomo in più che capitalizza anche Figlioli con un missile da posizione 3 quando è trascorso un minuto e mezzo del secondo tempo. Quattro minuti senza reti, poi ci pensano Cannella e Condemi ad allungare (9-5) con Guidi che finisce anzitempo la sfida. Stessa sorte per Di Fulvio sul rigore che Bruni trasforma a 25 secondi dal cambio campo. La Pro Recco si butta dall’altra parte e Iocchi Gratta punisce Nicosia posizionato: è 10-6 a metà gara.

La magia di Condemi vale il rigore che Zalanki realizza dopo due minuti del terzo tempo, ma nell’altra metà campo è ancora Figlioli a perforare la difesa dei campioni d’Italia. Due volte Fondelli (13-7) con un bolide e una palomba deliziosa per il +6, reti annullate dal mancino di Campopiano che va a segno due volte negli ultimi 120 secondi del tempo che si chiude così sul 13-9.

Tre minuti dell’ultimo tempo bastano alla Pro Recco per blindare il match: Zalanki da posizione 3 toglie la ragnatela all’incrocio dei pali, Condemi in superiorità da posizione 5 batte Da Rold, Hallock solo al centro è glaciale per il 16-9, il massimo vantaggio dei campioni d’Italia che rende la seconda metà del quarto un allenamento in vista della finale di domani.

“Sapevamo che sarebbe stata impegnativa e così è stato perché abbiamo dovuto lottare molto per prendere un ampio vantaggio – le parole di Andrea Fondelli al termine della partita -. Il dato negativo sono i troppi gol subiti, forse eravamo un po’ troppo tesi, però siamo stati bravi in avanti contro una squadra che sta facendo molto bene in campionato. L’abbiamo preparata con cura, dal punto di vista dell’aggressività siamo stati presenti, adesso testa alla finale”.

PRO RECCO-RN SAVONA 18-12

PRO RECCO: Del Lungo, Di Fulvio 1, Zalanki 2, Cannella 3, Younger 1, Fondelli 3, Presciutti, Echenique, Condemi 3, Kakaris 2, Iocchi Gratta 2, Hallock 1, Negri, Rossi. All. Sukno

RN SAVONA: Nicosia, Rocchi 2, Patchaliev, Figlioli 3, Vavic, Rizzo, Cora, Bruni 2, Campopiano 3, Guidi 1, Djurdjic 1, Erderlyi, Da Rold, Bragantini. All. Angelini
Arbitri: Severo e D. Bianco

Parziali: 6-3, 4-3, 3-3, 5-3.

Superiorità numeriche: Recco 5/9 + 5 rigori, Savona 9/13 + 2 rigori.

Da Rold per Nicosia in porta nel Savona nel terzo tempo. Espulsi con sostituzione Guidi (S) a 6.35 e Di Fulvio (R) a 7.34 nel secondo tempo.
Usciti per limite di falli: Rossi (R) nel terzo tempo, Erdelyi (S) e Presciutti (R) nel quarto tempo.

Da Rold para un rigore a Condemi a 7.53 nel quarto tempo.